Queste licenze sono legali sia per le aziende che per i privati?

Sì, agiamo in conformità con i seguenti regolamenti europei: DIRETTIVA 2009/24/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 23 aprile 2009 sulla protezione giuridica dei programmi per elaboratore.

La rivendita è stata approvata dalla giurisprudenza nell'interpretazione di questa direttiva europea.

La giurisprudenza è: Corte di giustizia dell'Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 94/12

Lussemburgo, 3 luglio 2012 Sentenza nella causa C-128/11

Non confondere questo tipo di licenze che vendiamo, con licenze che puoi trovare su altre piattaforme e negozi online molto più economici, ad esempio licenze Windows a 7 euro o licenze per ufficio a 20 €. Queste licenze economiche sono generalmente licenze MSDN e la loro vendita è del tutto illegale, in più sono licenze che smettono di funzionare dopo poco tempo.

Qui puoi anche trovare un link con la spiegazione dell'interpretazione della direttiva in merito alla causa giudiziaria: http://www.iurismatica.com/reventa-de-software-y-ampliacion-jurisprudential-del-derecho-de-distribucion /

La Corte di Giustizia dell'Unione Europea si è pronunciata a favore della commercializzazione di licenze software rinnovate o di qualsiasi tipo. Di conseguenza, una volta che un fornitore o distributore di software vende una copia di qualsiasi strumento software, perde automaticamente i propri diritti di distribuzione esclusiva, rendendo completamente legale per le aziende e gli individui rivendere le proprie copie.

Tuttavia, questa decisione riguarda solo i mercati europei, poiché i precedenti giudizi negli Stati Uniti hanno seguito una direzione completamente diversa. In Vernor v. Autodesk, è stato stabilito che gli acquirenti statunitensi acquistano la possibilità di utilizzare una licenza, ma non possiedono il software.

In qualità di massimo organo di giustizia europea, la Corte di giustizia europea (CGE) ha definitivamente chiarito con la sua sentenza la situazione giuridica del commercio di programmi informatici usati, dichiarando la fondamentale legittimità di tale attività.

La sentenza della Corte di giustizia si applica anche alle licenze a volume e alla loro divisione. Ciò è stato confermato dal tribunale territoriale di Francoforte in un procedimento tra Adobe e usedSoft.

La Corte di giustizia ha inoltre stabilito che il commercio di software usato è consentito anche nel caso di software trasmesso via Internet. Il 17 luglio 2013, la Corte Suprema tedesca ha successivamente confermato integralmente la decisione di principio della Corte di giustizia per quanto riguarda le corrispondenti questioni legali.

La sentenza della Corte di giustizia si applica anche alle licenze a volume e alla loro divisione. Ciò è stato confermato dal tribunale territoriale di Francoforte in un procedimento tra Adobe e usedSoft.

Nella giustificazione della loro sentenza, i 13 giudici della Camera Alta hanno stabilito in modo inequivocabile che il principio dell'esaurimento trova efficacia quando un programma software viene venduto per la prima volta. La Corte di giustizia ha addirittura stabilito che, nel caso di licenze trasmesse via Internet, l'acquirente di seconda mano ha il diritto di scaricare nuovamente il programma dal server del produttore. "L'esaurimento del diritto di trasmissione si estende anche alla copia del programma nella versione migliorata e aggiornata da parte del titolare dei diritti di proprietà", secondo il TJE. Con ciò, la risoluzione della Corte ha chiaramente superato la conclusione definitiva del procuratore della Corte di giustizia del 24 aprile 2012.

La sentenza della Corte di giustizia è stata promulgata su richiesta della Corte suprema tedesca. In passato, i produttori di software hanno utilizzato la parziale ambiguità delle precedenti normative legali per discriminare il commercio e intimidire notevolmente i clienti. In linea di principio, la rivendita di programmi per computer usati era già legale prima.

Ora, la sentenza della Corte di giustizia stabilisce la certezza del diritto in questo senso in tutta l'Unione europea. È quindi prevedibile che il commercio di software usato comincerà ora a crescere intensamente anche al di fuori della Germania (il suo “paese d'origine”) negli altri paesi dell'UE. L'azienda usedSoft è già attiva in Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Italia, Francia, Spagna, Stati del Benelux e Scandinavia.

ANCHE LE VOLUME LICENSE SONO LEGALI, COSÌ COME LA LORO DIVISIONE.

Le ulteriori conseguenze della sentenza della Corte di giustizia sono state indiscutibilmente confermate da una successiva sentenza del tribunale territoriale di Francoforte in una controversia tra Adobe e usedSoft: il tribunale territoriale di Francoforte ha stabilito che la sentenza della Corte di giustizia è applicabile anche ai contratti di licenza a volume e alla sua divisione. Un ricorso presentato da Adobe è stato integralmente rigettato dalla Corte suprema tedesca l'11 dicembre 2014 (fascicolo n. I ZR 8/13). Con ciò è stata definitivamente confermata la sentenza del tribunale territoriale.

E anche in Svizzera c'era un parere legale positivo per il commercio di software usato, come conferma questa sentenza.

Perché le licenze che vendiamo sono così economiche?

Microsoft costringe i suoi Partner a vendere le loro licenze a prezzi fissi e solo prodotti nuovi, che sono quindi molto più costosi di Revolution Soft.

Revolution Soft è indipendente da Microsoft, il che ci consente di seguire una politica dei prezzi più flessibile e di adattarci alle esigenze dei nostri clienti.

Inoltre, vendiamo licenze in più di 20 paesi, non abbiamo un negozio fisico e non effettuiamo spedizioni fisiche, tutte le nostre licenze sono digitali e vengono inviate via e-mail, il che ci consente di ridurre i costi per adattarci alle esigenze dei nostri clienti.

Le nostre licenze sono caratterizzate dal rinnovo. Ciò significa che sono stati precedentemente attivati ​​su un altro dispositivo. Ad esempio, su un laptop che cambia software o va in crash, la licenza software non viene più utilizzata e può quindi essere riutilizzata nuovamente.

Per questo, viene seguita una procedura rigorosa. La qualità e l'originalità sono le stesse, ma avere questa caratteristica influenza il fatto che il prezzo possa essere anche più competitivo, come, ad esempio, avviene nel mercato dei videogiochi di seconda mano.

arrow_upward